Mal di testa

Non c’è persona che non abbia mai sofferto di mal di testa. Sappiamo che cosa vuol dire avere dolori alla testa, dolori che possono diventare insopportabili, che ci costringono a sospendere la nostra attività e cercare un posto tranquillo, al buio, per chiudere gli occhi e riposare. Il grande numero e la varietà di pastiglie sul mercato contro il mal di testa prova, che tanta gente soffre di questo disturbo e quindi usa analgesici. Purtroppo queste pastiglie non curano la malattia ma sopprimono solo i dolori e camuffano le vere cause. Per prevenire nuovi attachi e per individuare in tempo patologie irreversibili, si consiglia di approfondire le cause del mal di testa tramite una diagnostica adeguata.  –  L’anamnesi, il racconto preciso del sofferente, può tante volte già condurre all’eziologia del disturbo e ad una prima diagnosi. I mal di testa “pericolosi”, che richiedono esami diagnostici approfonditi, preferibilmente da un neurologo, sono quelli che appaiono per la prima volta sia in età molto giovane o in età avanzata. Sono mal di testa che rimangono costantemente nella stessa regione, sono duraturi e aumentano di giorno in giorno associati a nausea e/o vomito. La combinazione del mal di testa con disfunzioni neurologiche, come debolezza della forza muscolare, insensibilità cutanea e sensazioni di formicolii sono segni importanti che richiedono una risposta. I sintomi vascolari, per ipo- o iper- tensione arteriosa, come giramenti di testa, acufeni, annebbiamento della vista e la sincope (perdita dei sensi) parlano della possibilità di una cefalea vasomotoria. Tipico in questi casi è l’accentuarsi dei sintomi con rumori, vibrazioni (auto), alcool, stress o esposizione al sole. La stitichezza per il suo effetto di autointossicazione; le infezioni dei denti, sinus, gola; problemi alla vista o alle orechie; intolleranze alimentari sono tutti fattori da pendere in considerazione. Effetti tossici da alimenti, medicamenti o da sostanze chimiche ambientali si manifestano spesso con mal di testa. L’apnea notturna in soggetti che russano, produce il mal di testa mattutino. Infine, nevralgie possono derivare dalla colonna cervicale, dalla zona cervico-occipitale, temporo-mandibolare o da disfunzioni alla calotta cranica.  

     Da tutte queste cause possibili si capisce la necessità di una diagnosi differenziata esatta. Include esami radiologici e ecografia vascolare. Una volta stabilite le origini dei diversi sintomi, si prenderanno di conseguenza delle misure adatte al caso. Sovente significano il cambiamento del modo di viviere, introducendo momenti di rilassamento e distensione, l’eliminazione delle sostenze tossiche come pure il controllo dei conflitti emotivi. Le purghe ed i clisteri per pulire l’intestino sono metodi naturali per ottenere una corretta disinossicazione. Per favorire l’eliminazione delle tossine e migliorare la normale circolazione, si raccomanda rimedi naturali come la sauna, tisane purificanti, impacchi antiflogistici sui muscoli tesi e gonfi. Tecniche come il training autogeno, lo yoga e la meditazione possono cambiare la base psichica ed aiutare a guarire. 

La manipolazione chiropratica del tratto cervico-occipitale serve più specificamente nei casi dove si riscontrano disfunzioni, malposizioni e tensioni muscolo-ligamentose. Anche quando non si verificano apparenti disturbi del tratto vetebrale, una stimolazione dei segmenti rachideali sono utili per cambiare il clima neurovegetativo del paziente. L’agopressione craniale controlla anche l’equilibrio neuro-vascolare, sistema che ha un’importante influenza nella patogenesi del mal di testa.

 

Info: giorgiobetge@yahoo.com

Tel:  091 970 32 32

Neuen Kommentar schreiben (Hier klicken)

123website.ch
Zeichen zur Verfügung: 160
OK Senden...
Alle Kommentare anzeigen

Neueste Kommentare

13.02 | 17:43
Galleria erhielt 1
12.01 | 14:47
CHIROPRATICA erhielt 8
31.10 | 18:00
Testimonianze erhielt 8
10.07 | 07:38
Ihnen gefällt diese Seite
Hallo!
Probiere es selbst aus und erstelle deine eigene Webseite. Einfach und kostenlos.
ANZEIGE