Emicrania

Dolori ad un solo lato della testa, che si manifestano in attacchi acuti, forti ed inaspettati, sono definiti “emicrania” (emi = metà). Provocando dolori intensi ed insopportabili, l’emicrania costringe il paziente a sdraiarsi in un locale buio e silenzionso. È sovente accompaganta da nausea, vomito, sudori, vertigini, disturbi oculari, tachicardia, diarrhea, formicolii al viso, alle braccia e mani. Il paziente con emicrania è pallido con l’arteria  temporale dolente alla palpazione, con i muscoli cervicali tesi e il collo bloccato, teme la luce ed i rumori. I medicamenti sono spesso inefficaci. La durata di un’attacco d’emicrania varia da qualche ora a qualche giorno. 

Le cause che provocano questi sintomi sono lo stress o emozioni, cambiamenti stagionali e di temperatura, indigestioni, autointossicazioni, allergie e sbilanciamenti ormonali. L’emicrania affligge maggiormente donne dai 10 ai 30 anni. La colonna cervicale ha grande importanza nella patogenesi dell’emicrania. Le irritazioni di nervi cervicali, soprattutto quelle cervico-occipitali e le tensioni muscolari causano direttamente o tramite il sistema neuro-vegetativo e sistema vascolare i dolori. Una frequente causa dell’emicrania è il colpo di frusta, il meccanismo d’accelerazione-decelerazione in un incidente d’auto. Scombussola l’armonia e l’interazione normale  tra colonna vertebrale, legamenti e muscoli. 

La cura dei tanti casi di “emicrania cervicale” sono di competenza del chiropratico. L’esame dell’emicrania comincia con la valutazione della statica del paziente, dai piedi alla testa. Una scoliosi per esempio, causa un’inclinazione della testa (come la torre di Pisa) ed un schiacciamento dei nervi suboccipitali. Corretta questa malposizione con la riabilitazione della statica, passa anche l’emicrania. La presenza di eventuali lesioni cerebrali vengono esclusi, se sospettati, con la risonanza magnetica o TAC. Gli eventuali disturbi vascolari sono diagnosticati con un esame Eco-doppler. I disturbi alla colonna cervicale riscontrati frequentemente, come l’artrosi cervicale, vengono trattati direttamente con manipolazioni chiropratiche cervicali. Le contratture muscolo-legamentose rispondono favorevolmente ad elettroterapie, trazioni cervicali, crioterapia ad aria surgelata, impacchi d’argilla fredda, trattamenti di digitopressione craniale e Guasa-terapia, che è un sistema di drenaggio muscolare cinese. 

La prevenzione in seguito ad un attacco d’emicrania è importante. Secondo il caso devono essere curate le cause più probabili: per esempio la diminuzione dello stress con Yoga o meditazione, la desensibilizzazione alle sostanze ai quali il paziente è allergico, il mantenimento dell’igiene dell’intestino (clisteri), la ginnastica e lo stretching della colonna cervicale e in ogni caso il mantenimento dell’intergità della colonna cervicale con regolari controlli dal chiropratico.

 

Info: giorgiobetge@yahoo.com

Tel: 091 970 32 32

Neuen Kommentar schreiben (Hier klicken)

123website.ch
Zeichen zur Verfügung: 160
OK Senden...
Alle Kommentare anzeigen

Neueste Kommentare

15.07 | 04:30
CHIROPRATICA erhielt 10
13.02 | 17:43
Galleria erhielt 1
31.10 | 18:00
Testimonianze erhielt 8
10.07 | 07:38
Ihnen gefällt diese Seite
Hallo!
Probiere es selbst aus und erstelle deine eigene Webseite. Einfach und kostenlos.
ANZEIGE